3° CONCORSO DI ALTA MODA E LAVORO SARTORIALE DAL TEMA "ANNI SESSANTA E SETTANTA".

Quanto e’ importante la moda e l`attivita’ sartoriale per il Mezzogiorno d’Italia? Quanto conta una buona base artigianale per lo sviluppo delle nostre regioni? Sono gli interrogativi che in questi 36 mesi di vita si e’ posta l`ASIM, che in occasione del terzo anniversario della sua costituzione, ha organizzato il “Terzo concorso interregionale di moda sartoriale” e la sfilata di moda “Anni sessanta- settanta con la creattivita`, vestibilita`, sartorialita`” che si sono tenuti domenica 21 maggio 2006 a Bari presso il Fortino S.Antonio. L’evento è stato patrocinato da: Ministero dell`Universita` e della Ricerca; Ministero delle Attivita` Produttive; Regione Puglia; Consiglio Regionale della Puglia; Provincia di Bari; Comune di Bari, assessorato alle Culture; IX Circoscrizione di Bari S.Nicola/ Murat; Camera di Commercio di Bari; Confartigianato; Gazzetta del Mezzogiorno.
La giornata ha avuto inizio alle ore 9 con l’esame dei capi in concorso da parte della commissione esaminatrice, composta da esperti marketing, stilisti, sarti, giornalisti. Nel primo pomeriggio si e`svolta la premiazione dei vincitori e a seguire la sfilata finale. Per la categoria scuole ed istituti di taglio il primo premio e` andato a Carmela Monopoli, dell`Accademia di Moda “De Rubertis” di Grottaglie (Ta); per la categoria Liberi Professionisti, sul gradino piu` alto del podio e` salito Salvatore De Pascalis di Bari. Numerose le autorità` presenti, tra cui il Presidente della sezione barese della Confartigianato Pietro Pupilla, il Presidente della IX Circoscrizione S.Nicola/ Murat avv. Mario Ferorelli, il consigliere comunale Massimo Maiorano.



Commissione esaminatrice

Il concorso ha voluto evidenziare l`importanza strategica nell’alta moda sartoriale, che tanto fascino emana dalla nostra terra, ricca di talenti spesso inespressi. Le capacità di ognuno dei partecipanti sono state apprezzate nella creazione del capo in concorso, impiegando le relative energie per favorire il pregiato lavoro sartoriale. Il concorso ha previsto la partecipazione di scuole di taglio e cucito, istituti superiori statali e liberi professionisti provenienti dalla Puglia e dalla Basilicata. Il mercato del lavoro giovanile assume una nuova realtà produttiva, che necessita di specifica formazione imprenditoriale per venire alla luce e creare progresso. Nell’ottica di questo cambiamento che vuole fare partecipi i giovani delle realtà presenti sul territorio pugliese e lucano, assume carattere prevalente la conservazione degli antichi mestieri, come sancito dall’ Accademia Europea dell’Artigianato, o “Accademia Avignone”. Uno degli obiettivi è quello di monitorare e convogliare le esperienze degli antichi mestieri, verso istituzioni appropriate, non solo per salvaguardarne le tradizioni, ma anche per farne fonte di occupazione e di crescita sociale.

 

Istituti Statali partecipanti
"G. BOVIO" PIAZZA PLEBISCITO, 16
70059 TRANI(BAT)

"G. FALCONE" VIA ROMA, 135 74028 SAVA (TA)

"S.LE LUCARELLI" VIA MAZZINI, 87
70032 BITONTO (BA)

"CINZIA" VIA CAGNAZZI, 12/B (TRAV. G.PETRONI-RIONE CARRASSI) 70124 BARI

"ACCADEMIA DELLA MODA DE RUBERTIS" VIA MARCONI,100 GROTTAGLE (TA)

"A. PANARO" CORSO SONNINO, 186 70122 BARI


 
All Rights Reserved 2004 STUDIO GAG.